Come è iniziato tutto

La nostra storia inizia per caso e per strane coincidenze; è una storia che nasce da una sana amicizia tra colleghi universitari, o più precisamente tra un dottorando di ricerca (secchione) ed una laureanda che si apprestava a lavorare per un progetto di ricerca (una ragazzina con tanti sogni che si trova catapultata in un nuovo pianeta).

I giorni passavano e ci si ritrovava a trascorrere diverse ore insieme, a condividere problematiche tecniche, a confrontarsi sulla vita privata, scambiarsi consigli ma principalmente a scherzare con gli amici tra una prova in laboratorio, un esame da preparare, una “pampanedda” (Ilaria non sapeva nemmeno cosa fosse) ed un bicchiere di spumante (anche più di uno) offerto dai neolaureati.

Per una strana coincidenza, in tempi non sospetti, Diego riceve in regalo da un amico un libro, “Una vita che ti aspetto” di Fabio Volo. Il protagonista del romanzo è un ragazzo trentenne alla ricerca della felicità, un adolescente ancora non cresciuto che si interroga sulla differenza tra l’esistenza e la vita da vivere. Diego, iniziando la lettura di questo libro, si immedesima fin da subito nel personaggio fino a trovare diverse similitudini con il suo modo di pensare, fino a chiedersi cosa servisse davvero per cambiare la sua vita. Il personaggio del libro incontra, finalmente, la sua dolce metà, il suo nome è Ilaria; che coincidenza!!! In pochi giorni e con il cuore ricco di entusiasmo, Diego finisce di leggere il libro e non raccontandomi nulla della trama, decide di prestarmelo e invogliarmi alla lettura. Che grande impresa invogliarmi a leggere un libro, non so come abbia fatto ma sicuramente è stato un grande traguardo…

Passano i mesi e iniziamo ad uscire insieme, Diego si aggiunge alla mia comitiva e iniziano le avventure tra libri, amici, esami, lavoro…un periodo ricco di energia…solo a ripensarci, come facevamo a non essere mai stanchi?

Senza rendercene conto, nell’estate del 2007 inizia la nostra storia, un po’ per scherzo, un po’ per coincidenze, ma sicuramente per una forte attrazione quasi inspiegabile, due persone così diverse, due caratteri opposti, due modi di vivere completamente diversi.

Di seguito vi mostriamo parte delle belle avventure.


Capri (Luglio 2007)

cimg2850Primo viaggio insieme e prime emozioni forti. Già da questo tour in pullman abbiamo capito che piaceva ad entrambi viaggiare. Non ci fermava nulla, forma fisica a parte.


Volo dell’Angelo (Agosto 2007)

Quasi da sprovveduti, andammo a Pietrapertosa per una nuova avventura, il Volo dell’Angelo. Un volo tra Pietrapertosa e Castelmezzano che ha simboleggiato l’inizio del nostro nuovo lavorocimg3509


Praga (Novembre 2007)

cimg4253

A tutta birra !!! Ricordo solo tre cose: il freddo, la birra ed Ilaria. A parte gli scherzi fu il nostro primo viaggio all’estero. Il giorno dopo saremmo dovuti andare in “carcere” per il primo giorno di lavoro. Praga ai miei occhi fu romantica e triste allo stesso tempo, ma chi si dimentica le sbronze di birra !


Courmayeur (Dicembre 2007)

cimg4542 cimg4519

Le passioni e le tradizioni non si onorano. Non potevo perdermi la tipica vacanza in montagna della famiglia Blasi. Raggiunsi Ilaria dopo il primo Natale passato senza babbo. Paesaggi mozzafiato e tipiche serate di montagne passate a giocare a carte o a tenersi abbracciati sul divano.


Barcellona (Maggio 2008)

cimg5279

Divertentissima Barcellona ! Mare, sole, Gaudì, sangrìa e discoteche. Ci ospitò Sara (lei in Erasmus) ed in tre girammo per tutta Barcellona di giorno ma soprattutto di notte.

Tra una “cerveza” offerta di qua e di là da loschi individui ci trovammo allo stadio Camp Nou per vedere il mitico Barça grazie alla frase “Le sobra un carnet, por favor ?”. Ci divertimmo talmente tanto che non volevamo più tornare … infatti perdemmo l’aereo di ritorno !


cimg6682Corfù (Agosto 2008)

Non fu un semplice viaggio … fu una spedizione alla scoperta dell’isola. Circa 900 km percorsi con la Ford Focus. Ogni mezza giornata in una spiaggia diversa, feste in spiaggia al tramonto doccia veloce e poi la sera a Kerkira. Tornammo solo in un posto: Palaiokastritsa.

Palaiokastritsa fu punto di partenza per una bellissima escursione in barca da soli: indimenticabili le friselle mangiate attraccati ad una spiaggia deserta.

Anche qui rischiammo di rimanere isolati in un’isola … stavamo perdendo il traghetto di ritorno per una stupida, ma bella, nuotata.


Alberobello (Febbraio 2009)

#no comment#

cimg8225


Amsterdam (Luglio 2009)

Il 2009 è stato pieno di viaggi … il primo in Olanda, piena di colori, mulini a vento e coffe shop. Amsterdam la trovammo molto bella, peccato che il 95% delle persone era li solo per fumare. Il quartiere a luci rosse era quasi un parco divertimenti per famiglie.

La parte più bella dell’Olanda fu a Nord di Amsterdam (Rotterdam fu una delusione in confronto a Delft), cioè a Zaanse Schans.

cimg9224


Sardegna + Parga (Grecia) + Monaco (2010 in tour)

Il 2010 è stato un anno difficile nella prima metà ma pieno di viaggi nella seconda. A luglio partiamo per un tour in macchina di tutta la costa a nord, da Alghero a Porto Cervo.

img_3154 img_2566

Ad Agosto con Sara e Daniele siamo andati a Parga in Grecia … l’ennesima perla dell’Adriatico. Ma fu un viaggio pieno di divertimenti, tra “earthquake”, pannocchie rubate, incazzature per l’aria condizionata in stanza ed insolazioni presa a Meteora.

img_4947

Un’altra meta a base birra, sempre nel 2010, fu a Monaco di Baviera, ospitati dallo zio di Ilaria. Un viaggio di 1200 km con la mia CLK per ammirare castelli, foreste e l’Oktoberfest: 7 litri di birra in due …

img_7988 img_6973


USA – East Coast (2011)

Differentemente dall’anno precedente, il 2011 è stato caratterizzato da un mega viaggio in America. In ordine, abbiamo visitato, Toronto (Canada), Niagara, New York, Orlando (Florida), Miami e isolo Key West. Un viaggio organizzato un mese ma che ci ricorderemo per tutta la vita per quello che abbiamo visto, per tutti gli spostamenti e perchè è stato il nostro primo viaggio fuori dal vecchio continente.

img_4699 img_4592

img_3883 img_3895